Istituto Comprensivo Guido Pitocco Plessi di Centro Urbano Plessi di Ponte Storto

Istituto Comprensivo Guido Pitocco

Castelnuovo di Porto - Roma
Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado

Plessi di Centro Urbano

Via Roma - De Gasperi - Matteotti

Plessi di Ponte Storto

Le Terrazze - Santa Lucia

Prec.Succ.

Home

04-12-2017

Pasto preparato in casa da consumare all'interno del refettorio


Categoria: Generale
Inserito da: dirigente

Oggetto: pasto preparato in casa da consumare all'interno del refettorio in orario scolastico

Questo Istituto, venendo incontro alle esigenze delle famiglie, seguendo l'orientamento del Comune di Castelnuovo e attenendosi alle indicazioni della ASL Roma 4, che qui si riportano integralmente, consente il consumo del pasto da casa, attuando delle cautele igienico sanitarie al fine di ridurre i rischi fisici, biologici, immunologici e microbiologici che si potrebbero creare con l'introduzione di alimenti portati dall'esterno, preparati con tecniche e metodiche non verificabili , nè controllabili, la cui tracciabilità e provenienza è da definire. A tal fine i locali utilizzati debbono essere idonei dal punto di vista urbanistico ed igienico sanitario, adeguatamente attrezzati, dotati di servizio di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, con accesso a fornitura di acqua potabile e di quanto necessario al corretto espletamento della sua funzione. Per la corretta gestione di tale struttura, al fine di assicurare un ambiente salubre e privo di pericoli per la salute, come da norma e da regole di buona prassi igienica, sarà indispensabile individuare una figura responsabile per la pulizia e sanificazione dell'ambiente. Sarà a carico dell'istituto individuare un collaboratore scolastico che provvederà alla pulizia del locale, mentre sarà responsabile la ditta Sodexo per l'aspetto organizzativo: Scia - HACCP, spazi destinati al servizio di refezione scolastica, rispetto della distanza tra i tavoli utilizzati per il servizio di refezione scolastica e quelli utilizzati per il consumo del pasto da casa che dovrà essere di almeno 1,5 m. lineari, al fine di contenere il rischio di commistione accidentale tra i cibi.

A carico dei docenti resteranno:
- La vigilanza degli alunni durante il consumo del pasto da casa;
- La segnalazione agli uffici competenti per le situazioni che possano compromettere la salute dei bambini, qualora si riscontrasse un assiduo consumo di cibi portati da casa non conformi alle prescrizioni ASL.

Sarà di esclusiva competenza dei genitori/tutori il controllo ed il rispetto delle seguenti indicazioni:

Il cibo portato da casa deve rispettare standard minimi di igiene e sicurezza alimentare e le famiglie saranno responsabili del cibo introdotto nel refettorio.

Pertanto non potranno essere ammessi cibi conservati di incerta manifattura (sottoli, sottaceti, insaccati, formaggi et. al. realizzati in ambito domestico o sconosciuto); prodotti deperibili (da conservare a temperatura controllata) o confezioni con alimenti deperibili (salse, creme, condimenti ecc.) tonno, sardine e sgombro (rischio di sindrome sgombroide), fave e piselli (rischio favismo) Il pasto deve avere un adeguato apporto di calorie, macro e micronutrienti, così come indicato nei LARN - Livelli di assunzione di riferimento per la popolazione italiana revisione 2014 elaborati da S.I.N.U. - Società Italiana di Nutrizione Umana.

Dovrà essere fornito quindi un equilibrato apporto di carboidrati, proteine, grassi, calcio, ferro e fibra. Al fine di favorire un'alimentazione sufficientemente varia ed equilibrata, il pasto dovrà essere completo di verdure crude o cotte e frutta. E' opportuno che soggetti affetti da allergie agli alimenti siano tenuti adeguatamente lontani.