Istituto Comprensivo Guido Pitocco Plessi di Centro Urbano Plessi di Ponte Storto

Istituto Comprensivo Guido Pitocco

Castelnuovo di Porto - Roma
Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado

Plessi di Centro Urbano

Via Roma - De Gasperi - Matteotti

Plessi di Ponte Storto

Le Terrazze - Santa Lucia

Prec.Succ.

Piano triennale animatore digitale

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL’ANIMATORE DIGITALE PER IL PTOF

Premessa

L’Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, avrà il compito di coordinare la diffusione dell’innovazione digitale nell’ambito delle azioni previste dal POF triennale e le attività del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Individuato dal Dirigente Scolastico di ogni Istituto è stato fruitore di una formazione specifica affinchè possa (rif. Prot. N° 17791 del 19/11/2015) “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all'innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del piano PNSD”.

Si tratta quindi di una figura di sistema e NON DI SUPPORTO TECNICO (su quest’ultimo infatti il PNSD prevede un’azione finanziata a parte per la creazione di un Pronto Soccorso Tecnico, la #26, le cui modalità attuative saranno dettagliate in un momento successivo).

Il Miur chiede alla figura dell’Animatore Digitale di poter sviluppare progettualità sui seguenti ambiti: FORMAZIONE INTERNA, COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA E CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE (cfr. Azione #28 del PNSD)

  • FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola SUI TEMI del PNSD, attraverso l’organizzazione e il coordinamento di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative.
  • COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo di tutta la comunità scolastica nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.
  • CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (azione #28),e dal piano digitale della scuola, in qualità di animatore digitale dell’istituto, si presenta il piano di intervento previsto per il prossimo triennio e coordinato con il Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Visione Strategica del piano di intervento
Il Piano di intervento, cogliendo i suggerimenti della legge 107, rappresenta principalmente “un’azione culturale, che parte da un’idea rinnovata di scuola, intesa come spazio aperto per l’apprendimento e non unicamente luogo fisico, e come piattaforma che metta gli studenti nelle condizioni di sviluppare le competenze per la vita”. In questo paradigma, le tecnologie diventano abilitanti, quotidiane, ordinarie, al servizio dell’attività scolastica, in primis le attività orientate alla formazione e all’apprendimento, ma anche l’amministrazione, contaminando - e di fatto ricongiungendoli - tutti gli ambienti della scuola: classi, ambienti comuni, spazi laboratoriali, spazi individuali e spazi informali, con ricadute estese al territorio.” Il Piano quindi prevede il coinvolgimento collettivo di quanti fanno riferimento alla scuola e con le proprie attività consentono il raggiungimento di tali obiettivi.

Descrizione della situazione attuale della scuola

L’Istituto Pitocco è dotato di differenti strutture tecnologiche e già avviato nel processo di digitalizzazione della didattica, infatti nella scuola troviamo:

● disponibilità di connessione Internet in quasi tutti gli edifici anche attraverso connessione wifi
● partecipazione a bandi e a progetti digitali del MIUR e PON
● disponibilità di laboratori attrezzati con tecnologie
● preferenza di adozione di testi scolastici in formato misto

Il Piano prevede per il prossimo triennio interventi nei diversi ambiti di formazione, strumenti, competenze, contenuti.

 

 

INTERVENTI A.S. 2016/2017

FORMAZIONE

Formazione specifica dell’Animatore Digitale

INTERNA

Partecipazione a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la

 

 

rete nazionale.

 

Formazione base per i docenti sull’uso degli strumenti tecnologici già presenti a scuola e

 

 

sui programmi Proprietari e Open (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale)

 

Gruppo studio sul PNSD e preparazione di una breve presentazione per tutti i docenti.

COINVOLGIMENTO

Pubblicizzazione e socializzazione delle finalità del PNSD con il corpo docente.

DELLA COMUNITÀ

Somministrazione di un questionario informativo/valutativo per la rilevazione

SCOLASTICA

 

delle conoscenze/competenze/tecnologie/aspettative in possesso dei docenti

 

 

per l’individuazione dei bisogni sui 3 ambiti del PNSD (strumenti, curricolo, formazione).

 

    ●

Produzione di materiale in formato elettronico per l’alfabetizzazione del PNSD e

 

 

pubblicazione sul sito.

CREAZIONE DI

 

Completamento della cablatura della rete Internet della scuola e allargamento della

SOLUZIONI

copertura wifi

INNOVATIVE

    ●

Test di prova di ambienti di apprendimento digitali (Snappet, Edmodo, Google App)

 

Concorso a progetti offerti dal Miur e PON

 

 

 

INTERVENTI A.S. 2017/2018

 

FORMAZIONE

●     Formazione specifica dell’Animatore Digitale

 

INTERNA

●     Partecipazione a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale.

 

 

●     Formazione per i docenti sull’uso di Programmi di utilità e online free per testi cooperativi,

 

 

 

presentazioni, video, montaggi di foto ecc. (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale)

 

 

●     Formazione per l’uso di applicazioni utili per la didattica inclusiva aperta a docenti e genitori. (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale).

 

 

●     Presentazione e formazione laboratoriale per docenti su Google Apps for Education, Drive e simili (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale).

 

COINVOLGIMENTO

DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA

●     Produzione di dispense in formato elettronico dei corsi eventualmente svolti e pubblicazione sul sito della scuola.

 

●     Eventuale somministrazione di un questionario informativo/valutativo per la rilevazione delle conoscenze/competenze/tecnologie/aspettative in possesso dei docenti e degli alunni per l’individuazione dei bisogni sui 3 ambiti del PNSD (strumenti, curricolo, formazione).

●     Produzione di materiale in formato elettronico per l’alfabetizzazione del PNSD e pubblicazione sul sito.

 

 

 

 

 

 

CREAZIONE DI SOLUZIONI

●     Sperimentazione e utilizzo in alcune classi di piattaforme di collaborazione e condivisione per docenti e studenti (per es. Classroom di Google Apps for Education, Drive, Dropbox ecc )

 

INNOVATIVE

  ●     Disponibilità di piattaforme di e.learning per consentire la didattica a distanza

 

 

●     Documentazione e sito o repository di classe.

 

 

●     Sperimentazione in alcune classi di libri di adozione digitali.

 

 

●      Concorso a progetti offerti dal Miur e PON

 

 

 

 

INTERVENTI A.S. 2018/2019

 

FORMAZIONE

Formazione specifica dell’Animatore Digitale

 

INTERNA

Partecipazione a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale.

 

 

Laboratori di formazione per docenti sull’utilizzo della didattica collaborativa con strumenti digitali (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale)

 

 

●   Presentazione e formazione laboratoriale per docenti su piattaforme di e. learning e simili (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale)

 

 

Organizzazione e formazione per i docenti sull’utilizzo delle metodologie della classe capovolta

 

 

 

e la creazione di  EAS (se finanziati dal fondo dell’animatore digitale)

 

COINVOLGIME

Produzione di dispense sia in formato elettronico che cartaceo dei corsi svolti e pubblicazione

 

NTO

 

sul sito della scuola

 

DELLA

Preparazione di lezioni da svolgere in ambienti digitali capovolti con l’utilizzo di diversi device

 

COMUNITA’

 

e di tecniche di apprendimento digitale cooperativo.

 

SCOLASTICA

Monitoraggio e valutazione sulla formazione e sull’apporto dell’animatore digitale e del PNSD

 

 

 

per l’Istituzione Scolastica.

 

 

 

 

CREAZIONE DI

Preparazione di lezioni didattiche e condivisione di buone pratiche di classe

 

SOLUZIONI

Preparazione di lezioni da svolgere in ambienti digitali capovolti con l’utilizzo di diversi device

 

INNOVATIVE

 

e di tecniche di apprendimento digitale cooperativo ed EAS

 

 

Sperimentazione nelle classi di libri di adozione digitali.

 

 

disponibilità di piattaforme di e.learning per consentire la didattica a distanza

 

 

disponibilità di accesso alla rete internet per studenti durante le attività scolastiche e

 

 

 

integrazione del modello BYOD (bring your own device)

 

 

concorso a progetti offerti dal Miur e PON

 

Essendo parte di un Piano Triennale ogni anno potrebbe subire variazioni o venire aggiornato secondo le esigenze e i cambiamenti dell’Istituzione Scolastica.

Castelnuovo di Porto, 14 ottobre 2016                                                                L’animatore digitale a.s. 2016-2017 

Prof. Carlo Ercole